DACREMA Nicoletta

Dipartimento di Lingue e Culture Moderne
Germanistica
Professore Ordinario
Sede: Piazza S. Sabina, 2
Tel: 0102099559
Email: nicoletta.dacrema[at]unige.it


Bacheca

ORARIO di RICEVIMENTO Prof.ssa Dacrema:
VenerdĂŹ h. 14-15 Sala Goethe.
In caso di urgente necessità, la docente è contattabile telefonicamente al numero: 338.1984862
INIZIO LEZIONI
Le lezioni della Prof.ssa Dacrema avranno inizio giovedĂŹ 21 febbraio 2019.
Risultati esami del 21 e 22 gennaio 2019:
4217127  voto 26/30
4252887 voto 23/30 (voto complessivo finale: 21)
4263854 voto 26/30
4538723 voto 27/30
4408725 voto 26/30
4496230 voto 30/30
4227005 voto 27/30
4452427 voto 29/30
5285640 voto 26/30
Gli studenti che intendono NON accettare il voto, sono pregati di comunicarlo entro domani, 31 gennaio, alle h. 11 al seguente indirizzo: n.dacrema@tin.it

Attività Didattica

A.A . 2018-2019

LCM+TTMI II anno  

PRESENTAZIONE

Titolo dell’insegnamento: “I tedeschi e l’Italia”

L’insegnamento, annuale, conferisce 9 crediti e consiste di 54 ore di lezione (I Semestre: ore 36; II semestre: ore 18)

L’insegnamento verrà erogato in lingua italiana

OBIETTIVI FORMATIVI

L’insegnamento si propone di studiare il testo letterario di area germanofona, nel suo intrinseco carattere estetico e come veicolo privilegiato per la comprensione della cultura tedesca.

OBIETTIVI FORMATIVI (dettaglio) e RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine dell’insegnamento, lo studente sarà in grado di:

  • Conoscere in modo approfondito le peculiari manifestazioni del patrimonio odeporico di area tedesca
  • Conoscere gli strumenti critici di base
  • Acquisire un adeguato vocabolario settoriale della letteratura odeporica
  • Conoscere i generi letterari coinvolti
  • Attraverso i punti precedenti, operare un esame critico consapevole di un’opera odeporica in rapporto alle sue specificitĂ  storico-culturali e retorico-espressive di genere

PREREQUISITI

Allo studente non si richiede nessun pre-requisito specifico.

Va da sé che si dà per scontata una buona padronanza linguistica dell’italiano orale e scritto, una buona capacità di espressione, e altresì le basi necessarie per un inquadramento storico europeo (basi necessarie acquisite da una corretta formazione scolastica di secondo grado)

PROGRAMMA

L’insegnamento, dal titolo I tedeschi e l’Italia avrà per tema il motivo del viaggio inteso come occasione di avventura intellettuale. Attraverso le tappe che rappresentano le epoche più significative della storia culturale di Germania e Austria, verranno considerati gli sviluppi alterni della rappresentazione letteraria che del nostro Paese hanno dato i ‘tedeschi’ nel Cinquecento, nel Settecento e nell’Ottocento.

Per Studenti di LCM e TTMI (36 ore) l’insegnamento si articolerà nei seguenti momenti:

1. La fascinazione dell’Italia per i tedeschi

2. L’incontro-scontro con l’Altro: giudizi e pre-giudizi

3. Il Grand Tour

4. Quale Italia per i tedeschi?

5. Quale Italia per gli austriaci?

6. Secolo XVI. Martin Lutero a Roma

 

Per Studenti di LCM e TTMI (36+18 ore) l’insegnamento si articolerà nei seguenti momenti:

1. La fascinazione dell’Italia per i tedeschi

2. L’incontro-scontro con l’Altro: giudizi e pre-giudizi

3. Il Grand Tour

4. Quale Italia per i tedeschi?

5. Quale Italia per gli austriaci?

6. Secolo XVI. Martin Lutero a Roma

7. Secolo XVIII. Goethe a Roma e a Venezia

8. Secolo XIX. Un viaggio particolare: le spie prussiane in Italia

 

MODALITA’ DIDATTICHE

Lezioni frontali in aula.

L’insegnamento verrà erogato in lingua italiana.

A lezione, è previsto un costante feed-back con gli studenti, tramite domande orali. Del grado di maturità delle risposte, della loro pertinenza, e dell’utilizzo di un linguaggio settoriale adeguato si terrà conto, indicativamente, per l’esito dell’esame finale.

BIBLIOGRAFIA

  • Alberto Destro, I Paesi di lingua tedesca, (capp. 1, 4, 7), Il Mulino, 2004 (in Dispense)
  • Italo Michele Battafarano, “Martin Lutero”, in: Italo Michele Battafarano, L’Italia ir-reale, Scorpione, 1995 (in Dispense)
  • Attilio Brilli, Quando viaggiare era un’arte, Il Mulino, Bologna, 2017
  • Teresa Ciuffoletti, Roberto Sassi, Guida alla Berlino Ribelle, Voland, 2016

Sarà cura della docente mettere a disposizione degli studenti, di volta in volta, fotocopie riguardo il materiale documentario trattato a lezione, e allestire una dispensa al termine dell’insegnamento.

Copia della dispensa sarĂ  depositata presso la Biblioteca del Dipartimento.

STUDENTI NON FREQUENTANTI:

Gli studenti non-frequentanti porteranno il programma sopra indicato, con la letteratura critica sopra indicata a cui va aggiunto il seguente testo:

  • Elena Agazzi, Piccolo manuale di viabilitĂ  letteraria, UNICOPLI, 2009

Gli studenti non-frequentanti sono pregati, comunque, di mettersi in contatto con la docente.

INIZIO LEZIONI

Ottobre 2018

MODALITA’ DI ESAME

Esame scritto

MODALITA’ DI ACCERTAMENTO

La valutazione dell’apprendimento prevede un esame scritto.

Le conoscenze relative all’insegnamento verranno valutate tramite:

  1. domande a risposta chiusa in cui lo studente dovrĂ  dimostrare la conoscenza dei principali fondamenti culturali (Letterari, storici, geografici, politici) relativi al mondo tedesco.

Testo di riferimento: Alberto Destro, I Paesi di lingua tedesca, Il Mulino, 2004 (Manuale)

Un aggiornamento costante da parte dello studente sull’attualità politica tedesca (tramite lettura dei quotidiani, ascolto dei telegiornali e dei radiogiornali) è ‘gradito’.

2) Domande a risposta aperta in cui lo studente dovrà dimostrare la conoscenza dei concetti relativi al tema dell’insegnamento.

Le competenze raggiunte dallo studente verranno valutate tramite esercizi mirati, in cui il medesimo dovrĂ  dimostrare di sapere applicare gli strumenti che gli sono stati forniti durante le lezioni.

Testi in bibliografia + dispense

ALTRE INFORMAZIONI

Criteri di attribuzione del voto finale:

. capacitĂ  argomentativa e di sintesi.

. scrittura sintatticamente corretta e utilizzo della terminologia propria della letteratura odeporica


. capacitĂ  di strutturare un testo scritto con chiarezza di idee

 

A.A. 2018-2019

LM 94

PRESENTAZIONE

un modulo teorico (30 ore) incentrato sulla presentazione e l’illustrazione dei principali aspetti teorici della traduzione;

un modulo applicativo (40 ore) dedicato alla traduzione ted.-it. e it.-ted.del linguaggio giuridico;

un modulo applicativo (40 ore) dedicato alla traduzione ted.-it. e it.-ted.del linguaggio economico;

un modulo applicativo (40 ore) volto a fornire le basi dell’interpretazione simultanea e consecutiva ted.-it. e it.-ted.

OBIETTIVI FORMATIVI

L’insegnamento mira a fornire agli studenti conoscenze e competenze specialistiche nell’ambito della linguistica e della traduzione tedesca e ad approfondire singoli aspetti, ivi compresi linguaggi settoriali come quello dell’economia e dell’impresa. Prevede il supporto di corsi, tenuti da traduttori, interpreti e collaboratori di madrelingua tedesca e italiana, finalizzati all’apprendimento pratico della lingua e della mediazione interlinguistica a livello specialistico nonchĂŠ di un modulo di interpretariato in cui saranno esercitate tecniche di base dell’interpretazione dialogica.

OBIETTIVI FORMATIVI (dettaglio) e RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine dell’insegnamento lo studente sarĂ  in grado di ottenere:

– la competenza linguistico-testuale per l’analisi di testi tedeschi orientata alla traduzione in italiano;
–  una consapevolezza critica adeguata riguardo la ‘complessità’ del fenomeno traduzione
– la consapevolezza di specifici problemi di traduzione derivanti sia dalle differenze tra i due sistemi linguistici sia dalle diverse convenzioni testuali e tradizioni culturali.

PREREQUISITI

Si dà per scontata una buona padronanza linguistica del tedesco orale e scritto, e una altrettanto buona padronanza linguistica dell’italiano orale e scritto, unitamente a una buona capacità di espressione.

PROGRAMMA

Modulo teorico

L’insegnamento, nello specifico, si articolerà nei seguenti momenti:

1.     Traduzione: sostituzione paradigmatica di elementi?

2.     Le ‘asimmetrie’ del testo

3.     Le gerarchie del testo

4.     Dentro la traduzione: otto pièces di Alfred Polgar e di Egon Friedell

5.     Saper scegliere

6.    “Der PetroleumkĂśnig oder Donauzauber”

7.     “Der Freimann”

8.     “Die zehn Gerechten”

.MODALITA’ DIDATTICHE

Il modulo teorico sarĂ  erogato in forma di lezioni in parte frontali.

I moduli applicativi saranno erogati in forma di esercitazioni.

Le lezioni si terranno prevalentemente in italiano.

A lezione, è previsto un costante feed-back con gli studenti, tramite domande orali. Del grado di maturità delle risposte, della loro pertinenza, e dell’utilizzo di un linguaggio settoriale adeguato si terrà conto, indicativamente, per l’esito dell’esame finale

BIBLIOGRAFIA

Modulo teorico 

–         N. Dacrema (a cura di), Tradurre è un’intenzione, Marcos y Marcos, 2013

–         L. Salmon, I meccanismi dell’umorismo, Franco Angeli, 2018

Sarà cura della docente mettere a disposizione degli studenti, di volta in volta, fotocopie riguardo il materiale documentario trattato a lezione, e allestire una dispensa al termine dell’insegnamento.

Copia della dispensa sarĂ  depositata presso la Biblioteca del Dipartimento.

STUDENTI NON FREQUENTANTI:

Gli studenti non-frequentanti porteranno il programma sopra indicato, con la letteratura critica sopra indicata a cui va aggiunto il seguente testo:

–         L. Salmon, Teoria della traduzione, Franco Angeli, 2017

Lettorato

I materiali didattici verranno comunicati all’inizio delle lezioni dal docente e tramite l’Aulaweb

INIZIO LEZIONI

OTTOBRE 2018

MODALITA’ DI ESAME

Modulo teorico: esame scritto (40% del voto finale)

Moduli applicativi: esame scritto / orale (media dei voti degli esami del lettorato: 60% del voto finale)

MODALITA’ DI ACCERTAMENTO

Per il modulo teorico la valutazione dell’apprendimento prevede un esame scritto.

Le conoscenze relative all’insegnamento verranno valutate tramite:

  1. domande a risposta chiusa in cui lo studente dovrĂ  dimostrare la conoscenza dei principali fondamenti culturali (Letterari, storici, geografici, politici) relativi al mondo tedesco.

Un aggiornamento costante da parte dello studente sull’attualità politica tedesca (tramite lettura dei quotidiani, ascolto dei telegiornali e dei radiogiornali) è ‘gradito’

2) Domande a risposta aperta in cui lo studente dovrà dimostrare la conoscenza dei concetti relativi al tema dell’insegnamento.

Le competenze raggiunte dallo studente verranno valutate tramite esercizi mirati, in cui il medesimo dovrĂ  dimostrare di sapere applicare gli strumenti che gli sono stati forniti durante le lezioni.

Testi in bibliografia + dispense

 

ALTRE INFORMAZIONI

Criteri di attribuzione del voto finale:

. capacitĂ  argomentativa e di sintesi.

. scrittura sintatticamente corretta e utilizzo della terminologia propria della letteratura odeporica

. capacitĂ  di strutturare un testo scritto con chiarezza di idee

Le esercitazioni di traduzione prevedono esami finali scritti e le esercitazioni di interpretariato un esame finale

 

A.A. 2017-2018

CORSO MONOGRAFICO LM-37/38

MartedÏ      16:00-17:00   Aula L (Polo didattico)
MercoledÏ  16:00-18:00   Aula L (Polo didattico)

“Problemi e questioni in area tedesca”

Obiettivo del corso sarà quello di fornire agli studenti gli strumenti critici adeguati per potersi muovere all’interno della Identitätsfrage dei due Paesi di area tedesca (Austria e Prussia) che informano di sé ogni studio di germanistica.
In particolare, il corso si propone di esplorare la fisionomia dei protagonisti (Austria e Prussia), indagati ciascuno a sĂŠ, e nei loro rapporti reciproci.
Il corso, nello specifico, si articolerĂ  nei seguenti momenti:

  1. La letteratura come momento di riflessione
  2. L’esperienza del testo
  3. I fronti della scrittura
  4. Il testo come patria: Identitätsfrage
  5. EccentricitĂ  di due mondi: Austria e Prussia
  6. Mondi a confronto: – Der Fall Österreich
    – Der Fall Preußen
    “Anima” austriaca e “anima” prussiana?
  7. Le due realtĂ  alle specchio della letteratura:
    – H. v. Hofmansthal, Ein Schema
    – F. v. Gernerth, An der schĂśnen blauen Donau
    – L’odeporica prussiana: – Prinz K. Kraft Hohenlohe Ingelfingen, Aus meinem Leben
    – H. v. Minutoli, Reise durch einen Theil von Teutschland, Helvetien und Ober-Italien im Sommer 1803

A lezione, è previsto un costante feed-back con gli studenti, tramite domande orali. Del grado di maturità delle risposte, della loro pertinenza, e dell’utilizzo di un linguaggio settoriale adeguato si terrà conto, indicativamente, per l’esito dell’esame finale.

BIBLIOGRAFIA:

SarĂ  cura della docente mettere a disposizione degli studenti, di volta in volta, fotocopie riguardo il materiale documentario, e allestire una dispensa al termine del corso.
Copia delle dispense sarĂ  depositata presso la Biblioteca del Dipartimento, al termine del corso.

Letteratura critica:

A. Destro, I Paesi di lingua tedesca, Il Mulino, Bologna, 2004
N. Dacrema, – L’occhio indiscreto
                        – Prinz Karl August Kraft zu Hohenlohe-Ingelfingen
                        – Johann Freiherr von Minutoli
in N. Dacrema (a cura di), Prussiani in Italia (1701-1866). Viaggiatori o spie?, Franco Angeli, Milano, 2017

STUDENTI NON FREQUENTANTI:

Gli studenti non-frequentanti porteranno il programma sopra indicato, con la letteratura critica sopra indicata a cui vanno aggiunti i seguenti testi:
– N. Dacrema – P. Ledda, Franz Berhard Freiherr von Gaudy
– N. Dacrema, Otto Ferdinand Dubislav von Pirch
in N. Dacrema (a cura di), Prussiani in Italia (1701-1866). Viaggiatori o spie?, Franco Angeli, Milano, 2017

Gli studenti non-frequentanti sono pregati, comunque, di mettersi in contatto con la docente.

ESAMI: MODALITA’

La valutazione dell’apprendimento prevede un esame scritto.
Le conoscenze relative al corso di Letteratura tedesca verranno valutate tramite:

1) Domande a risposta chiusa in cui lo studente dovrĂ  dimostrare la conoscenza dei principali fondamenti culturali (letterari, storici, geografici, politici) relativi al mondo tedesco.
Testo di riferimento:  A. Destro, I Paesi di lingua tedesca (Manuale)
Un aggiornamento costante da parte dello studente sull’attualità politica tedesca (tramite lettura dei quotidiani, ascolto dei telegiornali e dei radiogiornali) è ‘gradito’.

2) Domande a risposta aperta in cui lo studente dovrĂ  dimostrare la conoscenza dei concetti relativi al tema del corso.
Le competenze raggiunte dallo studente verranno valutate tramite esercizi mirati in cui il medesimo dovrĂ  dimostrare di sapere applicare gli strumenti che gli sono stati forniti durante il corso.
Testi in bibliografia + dispense

Criteri di attribuzione del voto finale:

  • capacitĂ  argomentativa e di sintesi
  • scrittura sintatticamente corretta e utilizzo della terminologia propria della letteratura odeporica
  • capacitĂ  di strutturare un testo scritto con chiarezza di idee

_____________________________________________________________________________________

 

CORSO MONOGRAFICO LCM III anno  

MartedĂŹ 14:00-16:00 (Aula L, Polo Didattico)

 

“Il Kabarett letterario nella Vienna di fine Ottocento”

Il corso si propone di analizzare un genere di importazione francese, che trovò, però, larga fortuna nell’Austria a cavaliere tra Ottocento e Novecento, tanto da diventare una delle massime espressioni dell’anima di quel Paese.
In particolare, durante le lezioni, ci si addentrerĂ  nelle atmosfere culturali della Vienna della Jahrhundertwende, cuore pulsante della modernitĂ .
Il corso, nello specifico, si articolerĂ  nei seguenti momenti:

  1. Introduzione alla Storia absburgica
  2. Si può parlare di Aistriazität ?
  3. La Vienna Fin-de-Siècle
  4. Il Kabarett, un genere di importazione
  5. Grande stile ottocentesco vs. lacerazione del segno novecentesca
  6. Kabarett e sinergia delle arti
  7. Il Kabarett e la Secession
  8. Kaffeehaus e Kabarett
  9. L’apporto ebraico
  10. Kabarett: il tempio della parola

A lezione, è previsto un costante feed-back con gli studenti, tramite domande orali. Del grado di maturità delle risposte, della loro pertinenza, e dell’utilizzo di un linguaggio settoriale adeguato si terrà conto, indicativamente, per l’esito dell’esame finale.


BIBLIOGRAFIA:

SarĂ  cura della docente mettere a disposizione degli studenti, di volta in volta, fotocopie riguardo il materiale documentario, e allestire una dispensa al termine del corso.
Copia delle dispense sarĂ  depositata presso la Biblioteca del Dipartimento, al termine del corso.

Letteratura critica:

A.Destro, I Paesi di lingua tedesca, Il Mulino, Bologna, 2004
N. Dacrema, Le arti a confronto, Marietti, Milano, 2003

 

STUDENTI NON FREQUENTANTI:

Gli studenti non-frequentanti porteranno il programma sopra indicato, con la letteratura critica sopra indicata a cui va aggiunto il seguente testo:
H. Broch, L’arte e il suo non-stile alla fine del XIX secolo, in H. Broch, Hofmannsthal e il suo tempo, Editori Riuniti, Roma, 1981, p. 33-94

Gli studenti non-frequentanti sono pregati, comunque, di mettersi in contatto con la docente.

 

ESAMI: MODALITA’

La valutazione dell’apprendimento prevede un esame scritto.
Le conoscenze relative al corso verranno valutate tramite:

1) Domande a risposta chiusa in cui lo studente dovrĂ  dimostrare la conoscenza dei principali fondamenti culturali (letterari, storici, geografici, politici) relativi al mondo tedesco.
Testo di riferimento: A. Destro, I Paesi di lingua tedesca (Manuale)

Un aggiornamento costante da parte dello studente sull’attualità politica tedesca (tramite lettura dei quotidiani, ascolto dei telegiornali e dei radiogiornali) è ‘gradito’.

2) Domande a risposta aperta in cui lo studente dovrĂ  dimostrare la conoscenza dei concetti relativi al tema del corso.
Le competenze raggiunte dallo studente verranno valutate tramite esercizi mirati in cui il medesimo dovrĂ  dimostrare di sapere applicare gli strumenti che gli sono stati forniti durante il corso.

Testi in bibliografia + dispense.

 

Criteri di attribuzione del voto finale:

. capacitĂ  argomentativa e di sintesi.

. scrittura sintatticamente corretta e utilizzo della terminologia propria della letteratura odeporica
. capacitĂ  di strutturare un testo scritto con chiarezza di idee

 

_______________

CORSO MONOGRAFICO TTMI III anno

Lunedì 10:00-12:00 (Magazzini dell’Abbondanza MA1)
Giovedì 13:00-14:00 (Magazzini dell’Abbondanza 2B)

 

“Tradurre il Kabarett letterario austriaco di fine Ottocento”

Obiettivo del corso sarĂ  quello di fornire agli studenti una consapevolezza critica adeguata riguardo il rapporto tra letteratura e traduzione.
In particolare, durante le lezioni, ci si addentrerà non solo nell’apparato traduttologico, ma anche nella prassi traduttoria, affrontando le dinamiche che entrano in gioco, e diventano produttive, nella traduzione del Kabarett dei viennesi Alfred Polgar e Egon Friedell.
Il corso, nello specifico, si articolerĂ  nei seguenti momenti:

  1. L’editoria libraria in Italia: una panoramica
  2. La comunitĂ  dei traduttori
  3. Traduttori di ieri e di oggi
  4. Teoria o pratica? Da Martin Luther ai Translation Studies
  5. La traduzione letteraria: arte ‘imperfetta’
  6. Il traduttore: osservatore privilegiato del processo letterario
  7. Il Kabarett letterario di Fine Ottocento: tempio della parola
  8. La traduzione del Kabarett letterario: un insieme dinamico di problemi
  9. L’atelier traduttivo:
    La ricerca linguistica
    La ricerca culturale
    Una questione di scelte
  10. Traduzione per l’editoria o per il teatro?

A lezione, è previsto un costante feed-back con gli studenti, tramite domande orali. Del grado di maturità delle risposte, della loro pertinenza, e dell’utilizzo di un linguaggio settoriale adeguato si terrà conto, indicativamente, per l’esito dell’esame finale.


BIBLIOGRAFIA:

SarĂ  cura della docente mettere a disposizione degli studenti, di volta in volta, fotocopie riguardo il materiale documentario, e allestire una dispensa al termine del corso.
Copia delle dispense sarĂ  depositata presso la Biblioteca del Dipartimento, al termine del corso.

Letteratura critica:

A.Destro, I Paesi di lingua tedesca, Il Mulino, Bologna, 2004
L. Salmon, Teoria della Traduzione, Franco Angeli, Milano, 2017

STUDENTI NON FREQUENTANTI:

Gli studenti non-frequentanti porteranno il programma sopra indicato, con la letteratura critica sopra indicata a cui vanno aggiunti il seguente testo:
– N. Dacrema (a cura di), Tradurre è un’intenzione, Marcos y Marcos, Milano, 2013

Gli studenti non-frequentanti sono pregati, comunque, di mettersi in contatto con la docente.


ESAMI: MODALITA’

La valutazione dell’apprendimento prevede un esame scritto.
Le conoscenze relative al corso verranno valutate tramite:

1) Domande a risposta chiusa in cui lo studente dovrĂ  dimostrare la conoscenza dei principali fondamenti culturali (letterari, storici, geografici, politici) relativi al mondo tedesco.
Testo di riferimento: A. Destro, I Paesi di lingua tedesca (Manuale)
Un aggiornamento costante da parte dello studente sull’attualità politica tedesca (tramite lettura dei quotidiani, ascolto dei telegiornali e dei radiogiornali) è ‘gradito’.

2) Domande a risposta aperta in cui lo studente dovrĂ  dimostrare la conoscenza dei concetti relativi al tema del corso.
Le competenze raggiunte dallo studente verranno valutate tramite esercizi mirati in cui il medesimo dovrĂ  dimostrare di sapere applicare gli strumenti che gli sono stati forniti durante il corso.

Testi in bibliografia + dispense

Criteri di attribuzione del voto finale:

. capacitĂ  argomentativa e di sintesi.
. scrittura sintatticamente corretta e utilizzo della terminologia propria della letteratura odeporica
. capacitĂ  di strutturare un testo scritto con chiarezza di idee



Lista pubblicazioni (IRIS)

Ricerca 'DACREMA Nicoletta' in IRIS (link esterno)