Norme relative alla frequenza

Gli iscritti che per giustificati motivi prevedano di non poter frequentare almeno il 50% delle lezioni di ogni singolo insegnamento sono tenuti a contattare il docente all’inizio delle lezioni per concordare il programma di esame.

A tale fine si consiglia allo studente di partecipare alla presentazione del corso che di norma si svolge in occasione della prima lezione o di contattare tempestivamente il docente per posta elettronica.

Propedeuticità di frequenza e di esame

Gli esami di Lingua straniera del primo anno sono propedeutici agli esami di Lingua straniera del secondo, quelli del secondo anno a quelli del terzo.

Per il resto, salvo diversa indicazione all’atto dell’ammissione, è consigliato frequentare gli insegnamenti e sostenere gli esami tenendo conto degli anni di corso in cui gli stessi sono inseriti nel piano di studi standard.

Attività altre

Lo studente iscritto a questo corso di studio ha a disposizione, a seconda del curriculum prescelto, da 9 a 12 CFU per le attività “altre”. 6 CFU sono destinati alle abilità informatiche (vedi Quadro D.I.7.). Per le modalità di acquisizione dei crediti destinati alle “attività altre” esterne, la commissione che si occupa del loro riconoscimento, ecc., vedi sopra Quadro D.I.5. del presente Manifesto. Lo svolgimento di una mobilità all’estero per motivi di studio (Erasmus) con l’acquisizione di un congruo numero di CFU dà diritto all’attribuzione automatica dei CFU per le “attività altre” previste al secondo anno di corso (3 CFU per il curriculum in Lingue, letterature e culture moderne e 6 CFU per il curriculum in Lingue e culture moderne per l’impresa e il turismo) (vedi anche sopra Quadro D.I.5.).

Si sottolinea che le ‘attività altre’ possono essere acquisite in qualsiasi momento nel corso del triennio.