Prova finale

Acquisiti i necessari 174 crediti, lo studente è ammesso a sostenere la prova finale per il conseguimento del titolo di studio. Essa consiste nella discussione dinanzi a una commissione su un argomento di ricerca nell’ambito di uno degli insegnamenti attivati nel Corso di Studio e concordato con un relatore, che guiderà lo studente nel lavoro. La discussione avverrà sulla base di un elaborato presentato in forma cartacea o multimediale (purché accompagnato da un testo scritto) e comporta l’acquisizione di 6 CFU. La tipologia dell’elaborato (raccolta di materiali o dati e relazione sul lavoro svolto, schedatura di rivista, bibliografia ragionata, saggio, recensione estesa, ecc.) viene concordata con il relatore. In ogni caso il testo scritto non supererà i 40.000 caratteri spazi, bibliografia e note inclusi. La presentazione orale del lavoro svolto davanti alla commissione avviene in parte in una delle due lingue di specializzazione scelta dal candidato e in parte in italiano.

La Commissione di laurea ha la facoltà di aggiungere alla media curricolare fino a un massimo di 7 punti, di cui max. 4 si intendono per l’elaborato e max. 3 per la conoscenza della lingua straniera. Un ulteriore punto sarà aggiunto nel caso di studenti che si laureino entro l’ultima sessione utile (marzo) del terzo anno di corso. Per le normative generali relative alle prove finali di tutti i corsi di studio, si veda sopra il Quadro D I. 11.