Procedure di ammissione

 

Tutti gli studenti che vogliono iscriversi alla LM 37-38 prima di poter perfezionare l’iscrizione devono:

  • sottoporre la loro carriera alla prof.ssa Luisa Villa perché verifichi la presenza dei requisiti curricolari. A tal fine, dovranno inviare la propria carriera universitaria (autocertificazione scaricata dal sito, o scansione di certificato di laurea con tutti gli esami sostenuti) a luisa.villa@unige.it, oppure presentarsi al ricevimento studenti della docente muniti di copia cartacea della propria carriera universitaria. La prof.ssa Villa accoglierà le richieste di valutazione delle carriere già nel corso dell’estate.

 

NB: gli studenti con diploma di laurea conseguito all’estero che hanno in carriera un’unica lingua di specializzazione, e quelli che – avendo studiato nel triennio una lingua diversa da quelle attivate nella LM 37-38 – si trovano costretti a intraprendere lo studio di una lingua diversa da quella studiata nel triennio, sono invitati a contattare la prof.ssa Villa per gli opportuni chiarimenti circa le procedure di verifica che li riguardano.

 

Per accedere al Corso nell’anno accademico 2017-18 è necessario che

  • lo studente sia in possesso di uno dei titoli di studio elencati di seguito (comma a) inclusi, ove specificati, i relativi requisiti curricolari;
  • tale titolo risulti conseguito entro e non oltre il 10 gennaio 2018;
  • lo studente sia in possesso di competenze del livello linguistico richiesto (comma b) di norma in entrambe le lingue di specializzazione;
  • lo studente superi la prova di accertamento della preparazione personale prevista per tutti gli immatricolandi di norma per entrambe le lingue/linguistiche/letterature di specializzazione (comma c).

L’immatricolazione al Corso potrà essere effettuata entro e non oltre il 19 gennaio 2018. Solo gli studenti di madrelingua diversa dall’italiano che hanno sostenuto, senza superarlo, il test di conoscenza della lingua italiana negli appelli autunnali (ottobre e novembre 2017) e pertanto sono stati inseriti in corsi di lingua italiana del richiesto livello C1 allestiti dalla Scuola di Lingua e cultura italiana per studenti stranieri potranno perfezionare la loro iscrizione entro il 10 febbraio 2018.

a. Titoli di studio che danno accesso alla LM 37-38:

Sono ammesse le seguenti tipologie di laureati:

  • Laureati in Lingue che vogliano continuare lo studio delle due lingue di specializzazione studiate nel triennio.

Si considerano ‘Laureati in Lingue’ i laureati delle classi L-11 e L-12 ex-DM 270; delle classi 3 e 11 ex-DM 509; dei vecchi quadrienni delle lauree in Lingue e letterature straniere moderne; coloro che siano in possesso di un Diploma Universitario per Traduttori e interpreti riconosciuto equipollente alla laurea in classe 3.

  • Laureati in Lingue che siano costretti a cambiare una delle lingue di specializzazione del triennio.

Questa tipologia di studenti include i laureati delle classi L-11 e L-12 ex-DM 270; delle classi 3 e 11 ex-DM 509; dei vecchi quadrienni delle lauree in Lingue e letterature straniere moderne; coloro che siano in possesso di un Diploma Universitario per Traduttori e interpreti riconosciuto equipollente alla laurea in classe 3. Nel caso in cui una delle due lingue studiate nel triennio (o Corso equivalente) non sia attivata nella LM, lo studente dovrà intraprendere nel biennio magistrale lo studio di una lingua alternativa di specializzazione. Nel caso non superi, per questa ‘nuova’ lingua, la prova di accertamento della preparazione personale (comma b), lo studente potrà essere ammesso a studiarla a livello più basso di quello previsto per LM, frequentando gli insegnamenti del CdS triennale Lingue e culture moderne.

  • Laureati in Lingue che desiderino cambiare una delle lingue di specializzazione della laurea di primo livello.

Questa tipologia di studenti include i laureati delle classi L-11 e L-12 ex-DM 270; delle classi 3 e 11 ex-DM 509; dei vecchi quadrienni delle lauree in Lingue e letterature straniere moderne; coloro che siano in possesso di un Diploma Universitario per Traduttori e interpreti riconosciuto equipollente alla laurea in classe 3. Nel caso di specifiche ed eccezionali motivazioni, potrà essere consentito allo studente di intraprendere nel biennio magistrale lo studio di una nuova lingua di specializzazione in sostituzione di una delle due lingue di specializzazione del triennio, anche quando entrambe le lingue di specializzazione studiate nel Corso di laurea triennale (o equivalente) siano offerte a livello di Corso magistrale. Nel caso non superi, per questa lingua ‘nuova’, la prova di accertamento della preparazione personale (comma b), lo studente non potrà essere ammesso al CdS.

  • Laureati in Italia non provenienti da Corsi di laurea in Lingue.

Sono ammessi i laureati di altre classi (ordinamenti ex-DM 270 e ex-DM 509, vecchie lauree quadriennali, titoli di studio conseguiti presso Università straniere e riconosciuti ufficialmente equipollenti) che abbiano acquisito almeno 30 CFU complessivi nei settori scientifico-disciplinari delle letterature straniere (ssd L-LIN/03, L-LIN/05, L-LIN/06, L-LIN/10, L-LIN/11, L-LIN/13, L-LIN/15, L-LIN/21), della letteratura italiana (ssd L-FIL-LET/10, L-FIL-LET/11), delle linguistiche (ssd L-LIN/01, L-LIN/02, L-FIL-LET/12), delle discipline filologiche e comparatistiche (L-FIL-LET/09, L-FIL-LET/13, L-FIL-LET/14, L-FIL-LET/15, L-LIN/21), e almeno 30 CFU complessivi in qualunque ssd delle discipline storiche (M-STO/***), geografiche (M-GGR/***), sociologiche (SPS/***), antropologiche (M-DEA/01), economiche (SECS-P/***), giuridiche (IUS/***); oppure almeno 60 CFU complessivi nei settori scientifico-disciplinari delle letterature straniere, della letteratura italiana delle linguistiche, delle discipline filologiche e comparatistiche. Coloro che non siano dotati dei predetti requisiti curricolari, dovranno acquisirli nel primo semestre iscrivendosi alla cosiddetta “carriera ponte”. Solo dopo averli acquisiti, potranno presentarsi alla prova di verifica della loro preparazione personale (comma b). Nel caso non superi, per una delle due lingue prescelte, la prova di accertamento della preparazione personale (comma b), lo studente potrà essere ammesso a studiarla a livello più basso di quello previsto per LM, frequentando gli insegnamenti del CdS triennale Lingue e culture moderne. Nel caso non superi la prova per entrambe le lingue, non potrà essere ammesso.

  • Laureati con titoli di laurea conseguiti all’estero.

Sono ammessi i laureati che abbiano conseguito titoli di laurea (almeno) triennali presso istituzioni universitarie estere e che abbiano acquisito almeno 30 CFU complessivi nei settori scientifico-disciplinari delle letterature straniere (ssd L-LIN/03, L-LIN/05, L-LIN/06, L-LIN/10, L-LIN/11, L-LIN/13, L-LIN/15, L-LIN/21), della letteratura italiana (ssd L-FIL-LET/10, L-FIL-LET/11), delle linguistiche (ssd L-LIN/01, L-LIN/02, L-FIL-LET/12), delle discipline filologiche e comparatistiche (L-FIL-LET/09, L-FIL-LET/13, L-FIL-LET/14, L-FIL-LET/15, L-LIN/21), e almeno 30 CFU complessivi in qualunque ssd delle discipline storiche (M-STO/***), geografiche (M-GGR/***), sociologiche (SPS/***), antropologiche (M-DEA/01), economiche (SECS-P/***), giuridiche (IUS/***); oppure almeno 60 CFU complessivi nei settori scientifico-disciplinari delle letterature straniere, della letteratura italiana delle linguistiche, delle discipline filologiche e comparatistiche. Coloro che non siano dotati dei predetti requisiti curricolari, dovranno acquisirli nel primo semestre iscrivendosi alla cosiddetta “carriera ponte”. Solo dopo averli acquisiti, potranno presentarsi alla prova di verifica della loro preparazione personale (comma b). Nel caso non superi, per una delle due lingue prescelte, la prova di accertamento della preparazione personale (comma b), lo studente potrà essere ammesso a studiarla a livello più basso di quello previsto per LM, frequentando gli insegnamenti del CdS triennale Lingue e culture moderne. Nel caso non superi la prova per entrambe le lingue, non potrà essere ammesso.

b. Livello di competenze linguistiche richiesto per l’ammissione alla LM 37-38

Il livello di competenze linguistiche richiesto per l’ammissione allo studio delle lingue di specializzazione a livello magistrale è il seguente:

 

  • Livello C1: per francese, inglese, portoghese, spagnolo (e italiano – vedi comma c)
  • Livello B2: per polacco, russo, svedese, tedesco

 

C. Prova di accertamento della preparazione personale

Le prove volte alla verifica della preparazione personale si terranno, per tutte le lingue/linguistiche/letterature, giovedì 5 ottobre. Gli interessati sono convocati alle ore 8.30, presso l’aula 15 (Albergo dei Poveri, P.za Emanuele Brignole 2) per lo svolgimento dei test scritti, e poi nuovamente nel pomeriggio per essere informati del risultato e sostenere la parte orale della prova (colloquio). Il colloquio è volto a verificare il livello linguistico richiesto in ingresso, quale definito per ogni lingua nel presente documento, a partire dal commento dei risultati della prova scritta e a eventuale integrazione degli argomenti ivi trattati.

Per l’ammissione alla prova è richiesto il pagamento di un contributo pari a 30€, da effettuarsi in fase di preimmatricolazione con le modalità indicate sul sito dell’Università di Genova a pagina www.studenti.unige.it/tasse/pagamento_online/

Potranno presentarsi al test del 5 ottobre:

  • tutti gli studenti che hanno già conseguito la laurea triennale;
  • tutti gli studenti che, pur non avendo ancora conseguito la laurea, hanno già superato tutti gli esami di Lingua straniera previsti dal loro piano di studio e che contino di laurearsi entro dicembre.

 

Gli studenti dovranno presentarsi alla prova muniti di documento di identità e uno stampato della propria carriera universitaria, che attesti il conseguimento della laurea triennale, o almeno l’avvenuto superamento degli esami di Lingua inclusi nel loro piano di studi.

 

Gli studenti che non supereranno i test (per una o entrambe le lingue), potranno presentarsi alla prova successiva che sarà allestita a gennaio, in tempo utile per permettere agli studenti che l’avranno superata di completare l’iscrizione entro la prevista scadenza del 19 gennaio. Alla prova di gennaio potranno altresì presentarsi tutti gli studenti che abbiano completato gli studi e conseguito la laurea entro la sessione di dicembre e che non si siano potuti presentare al test del 5 ottobre. Non ci saranno ulteriori prove di accertamento della preparazione oltre quella data. Chi non dovesse superare le prove di gennaio, non potrà essere iscritto.

 

Ogni sezione linguistica ha approntato un facsimile della prova, per la linguistica e la letteratura, che contiene anche indicazioni circa i manuali di riferimento. Facsimile lingua e letteratura francese LMTest Letteratura inglese e americana + Linguistica inglese LM 37-38Facsimile lingua e letteratura polacca LM 37 38Facsimile lingua e letteratura portoghese LMFacsimile lingua e letteratura russa LMFacsimile lingua e letteratura spagnola LMFacsimile lingua e letteratura svedese LMFacsimile lingua e letteratura tedesca LM

Il facsimile potrà essere reperito anche sulla pagina personale dei docenti oppure sulla pagina della relativa sezione.

 

 

Si segnala che

  • per le lingue francese, inglese, portoghese e spagnolo, il livello linguistico richiesto è C1; non è consentito l’uso del dizionario nello svolgimento della prova; la parte relativa alla letteratura dovrà essere svolta in lingua straniera.
  • per le lingue polacco, russo, svedese e tedesco il livello linguistico richiesto è B2; è consentito l’uso del dizionario bilingue (nel caso di russo e polacco) e monolingue (nel caso di tedesco e svedese); la prova di letteratura potrà essere svolta in lingua italiana o nella lingua straniera a discrezione dello studente.

 

Inoltre, si ricorda che gli studenti che studiano inglese e/o spagnolo come lingua di specializzazione dovranno scegliere, in sede di esame, su quale letteratura (letteratura spagnola o ispanoamericana; letteratura inglese o anglo-americana) vogliono che sia verificata la loro preparazione. Questi studenti saranno ammessi a studiare la letteratura per la quale hanno superato il test. Se volessero successivamente inserire nel piano di studi la letteratura per la quale non hanno sostenuto il test, dovranno sottoporsi alla verifica della loro preparazione personale per questa seconda letteratura, informando i docenti interessati e concordando con loro una data per lo svolgimento della prova.

 

Gli studenti di madrelingua diversa dall’italiana che non siano in possesso di un diploma di laurea conseguito in Italia dovranno prima dell’iscrizione al corso sostenere l’apposita prova di livello C1 allestita dalla Scuola di Lingua e cultura italiana per studenti stranieri dell’Università degli Studi di Genova, anche se in possesso di una certificazione (CILS, CELI, PLIDA IT).