Gli studi di medievalistica sono riconducibili prevalentemente al campo della filologia testuale. Di seguito si presentano le principali articolazioni di questa area di ricerca, ma per un quadro piĂč completo si consultino anche le schede sulla Linguistica storica e sulla Terminologia e lessicografia.

Germanistica:

  • lo studio delle formule magiche, in particolare la tradizione manoscritta e il contesto della trasmissione nelle lingue germaniche medievali (Chiara Benati);
  • la poesia cortese d’amore “post-classica” e della Sangspruchdichtung del XIII secolo e la sua tradizione manoscritta in area linguistica tedesca (Claudia HĂ€ndl).

Italianistica:

  • edizioni critiche, studi di carattere letterario-filologico e teatrale riguardanti il teatro latino del Medioevo e dell’Umanesimo (Stefano Pittaluga);
  • edizioni critiche e studi riguardanti la letteratura di viaggio, i testi geografici e cosmografici dall’AntichitĂ  al Rinascimento (Stefano Pittaluga).

Arabistica:

  • i fenomeni letterari e culturali dell’epoca premoderna araba con particolare riguardo all’analisi dei generi caratteristici del periodo mamelucco (Nasser Ahmed Ismail).

Progetti finanziati:

  • DAAD 2013 Rechtsvorstellungen und Rechtstermini in germanisch-deutschen juristischen Fachtexten und literarischen Rechtserkenntnisquellen (soggiorno di ricerca di due mesi a Monaco di Baviera): Claudia  HĂ€ndl;
  • DAAD 2017 (per un soggiorno di ricerca di tre mesi a Monaco di Baviera): Die Karlsvita in der Prosakaiserchronik..Untersuchung und kritische Edition: Claudia HĂ€ndl
  • DAAD 2017 (soggiorno di ricerca di tre mesi a Monaco di Baviera): Segen und Beschwörungsformeln aus mittelniederdeutschen ArzneibĂŒchern: Chiara Benati;
  • PRIN 2002 Forme e modi di trasmissione dei testi latini prodotti dal sec. XII al XIV. Responsabile dell’UnitĂ  di ricerca di Genova: Stefano Pittaluga;
  • PRIN 2005 Analisi della tradizione manoscritta di un lotto di autori medievali. Responsabile dell’UnitĂ  di ricerca di Genova: Stefano Pittaluga;
  • PRIN 2007 Analisi della tradizione manoscritta di un lotto di autori medievali. Coordinatore Scientifico nazionale: Stefano Pittaluga;
  • PRIN 2009 Teatro Umanistico. Saggi ed edizioni. Coordinatore Scientifico nazionale: Stefano Pittaluga.

Alcuni studiosi attivi in questo ambito di ricerca appartengono al comitato scientifico e/o editoriale di collane e riviste del settore di alto profilo scientifico:

  • Claudia HĂ€ndl: “Medioevo tedesco. Studi e testi”, Pisa, Edizioni ETS; “Brathair”. Rivista internazionale di Studi celtici e germanici;
  • Stefano Pittaluga: Co-direttore della Collana “Teatro Umanistico”; Direttore della rivista “Itineraria. Letteratura di viaggio e conoscenza del mondo dall’AntichitĂ  al Rinascimento”.

Pubblicazioni scelte:

  • Ahmed Ismail, Nasser. Muáž„ammad ‘Abduh e il rinnovamento del pensiero islamico, Roma: Aracne Editrice, 2009.
  • Benati, Chiara. “Eine neue niederdeutsche Fassung des Longinussegen zur Blutstillung” [Edizione e commento di un nuovo incatesimo bassotedesco medio per fermare il sangue], in Zeitschrift fĂŒr deutsches Altertum und deutsche Literatur 145 (2016), pp. 89-97.
  • Benati, Chiara. “Charms and blessings in the Middle Low German medical tradition”, in S. Jefferis (ed.), Medieval German Tristan and Trojan War Stories: Interpretations, Interpolations, and Adaptations (Kalamazoo Papers 2015-2016), Göppingen, 2017, pp. 115-144.
  • HĂ€ndl, Claudia. “Die mittelalterlichen Geißlerbewegungen in Italien und Deutschland und ihre Liedproduktion. Komparatistische Überlegungen zur Kommunikationsstruktur der sogenannten Geißlerliturgie und zu verwandten Liedern”, in Cornelia Herberichs, et al. (eds.), Liturgie und Literatur. Historische Fallstudien [Liturgy and Literature: Historical Case Studies]. Berlin – Boston: Walter de Gruyter, 2015, pp. 167-212.
  • Pittaluga, Stefano. Avvisi ai naviganti. Scenari e protagonisti di Medioevo e Umanesimo, Napoli: Liguori, 2014.
  • Pittaluga, Stefano. “Il teatro latino del Quattrocento: lo stato della ricerca”, in L. Secchi Tarugi (a cura di), Comico e tragico nella vita del Rinascimento, Firenze: Franco Cesati Editore, 2016, pp. 89-104.

Settori ERC: SH5_2 History of literature; SH5_3 Literary theory and comparative literature, literary styles; SH5_4 Textual philology and paleography; SH5_11 Cultural heritage, cultural memory.

Parole chiave CUN: Arabistica; Filologia germanica; Filologia latina medievale e umanistica; Letteratura latina medievale e umanistica; Teatro medievale.

Le ricerche del Dipartimento inerenti a questo periodo sono soprattutto di carattere filologico e si concentrano negli ambiti della traduzione, ricezione ed edizione critica.

Studi anglistici:

  • la ricezione e l’appropriazione del passato romano nella letteratura drammatica inglese della prima etĂ  moderna; l’edizione critica di Thomas Kyd, The housholders philosophie (1588) (Domenico Lovascio); il tema dell’innocenza nella poesia di Thomas Traherne (Stefania Michelucci);

Queste ricerche sono svolte anche in collaborazione con lo Sheffield Hallam University’s Humanities Research Centre – Renaissance Literature. Finanziamenti: European Society for the Study of English Book Grant 2014 e Malone Society Research Grant 2016 (Domenico Lovascio).

Studi germanistici:

  • la traduzione italiana dei Neidhartspiele e del poema comico-didattico Ring di Wittenwiler: effetti comici e critica sociale (Roberto De Pol);
  • la ricezione di autori italiani tradotti in lingua tedesca nella Prima EtĂ  Moderna (1400-1750) tra adeguamenti, travisamenti e censure (Roberto De Pol);
  • le traduzioni tedesche del Principe di N. Machiavelli: la prima traduzione tedesca nel 1692 (Joachim Gerdes, Roberto De Pol, Serena Spazzarini); la traduzione del 1714 (Roberto De Pol);
  • la prima traduzione tedesca del Galateo di Giovanni Della Casa (Joachim Gerdes; Serena Spazzarini).

Pubblicazioni scelte:

  • De Pol, Roberto (a cura di). Ser Neidhart e la beffa della violetta. Traduzione e commento di drammi tedeschi medievali. Con una postfazione di John Margetts. Aircuzio: Gruppo editoriale Castel Negrino, 2015;
  • De Pol Roberto. Introduzione critica a: Nicolai Machiavelli Lebens- und Regierungs-Maximen eines FĂŒrsten (1714). Berlin: Weidler, 2006;
  • Gerdes, Joachim. Introduzione critica a: Christian Albrecht von Lenz, Der FĂŒrst des Nicola Machiavell (erste deutsche Übersetzung, 1692). Con una prefazione di Roberto De Pol e una postfazione di Serena Spazzarini, Sandersdorf-Brehna: Renneritz 2013;
  • Lovascio, Domenico (a cura di). Ben Jonson, La congiura di Catilina. Testo inglese a fronte, Genova: ECIG, 2011; (Introduzione, traduzione, note).
  • Lovascio, Domenico. Un nome, mille volti. Giulio Cesare nel teatro inglese della prima etĂ  moderna, Roma: Carocci, 2015;
  • Spazzarini, Serena, “La lingua come norma del vivere civile nella prima traduzione del “Galateo” in lingua tedesca (1595)”, in: Lingua e Diritto. La Lingua della Legge, la Legge nella Lingua. Publifarum, n. 18, 2013 (online);
  • Spazzarini, Serena, “Le Traduzioni del Principe in Germania”, in: Il Principe di NiccolĂČ Machiavelli e il suo tempo 1513-2013. Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani, 2013, pp. 195-199;
  • Spazzarini, Serena, “The first German Translation”, in: Roberto De Pol (ed.), The First Translations of Machiavelli’s Prince. From the Sixteenth to the First Half of the Nineteenth Century, Rodopi: Amsterdam-New York, 2010, pp. 207-246.

Settori ERC: SH4_6 Linguistics: typological, historical and comparative linguistics; SH5_2 History of literature; SH5_11 Cultural heritage, cultural memory; SH6_9 History of ideas, intellectual history, history of sciences and techniques.

Parole chiave CUN: Comunicazione interculturale; Critica letteraria; Drammaturgia; Edizione critica; Letteratura inglese; Letteratura del Rinascimento; Letteratura italiana; Letteratura tedesca; Linguistica storica; Multiculturalismo; Teatro; Traduzione.

 

 

Settecento:

Al Settecento sono dedicate ricerche soprattutto di filologia e critica testuale. Per un quadro piĂč completo, si consultino anche le schede su Cinquecento-Seicento e su Ottocento.

Slavistica:

  • la storia della letteratura femminile russa dalle origini a metĂ  Ottocento; la traduzione e l’imitazione del romanzo femminile europeo da parte delle scrittrici russe (Sara Dickinson);
  • l’analisi stilistica delle lettere di Pietro il Grande ai dogi di Venezia: le peculiaritĂ  del genere epistolare e diplomatico dello zar e la pubblicazione dei testi autentici (Nataliya Kardanova).

Germanistica:

  • Das bĂŒrgerliche Trauerspiel im deutschen Sprachraum: la tragedia borghese nei paesi di lingua tedesca (Serena Spazzarini).

Alcuni ricercatori attivi nel Settecento collaborano con DARIAH (http://it.dariah.eu/sito/)

Ottocento:

Le linee di ricerca riconducibili al contesto storico e culturale dell’Ottocento proseguono una tradizione consolidata nell’ambito delle competenze di alcune sezioni linguistiche e contestualmente sviluppano talune ricerche innovative. A integrazione di quanto riportato in questa scheda si consultino anche quelle relative agli Studi settecenteschi e Studi coloniali e postcoloniali.

Anglistica:

  • sviluppi del romanzo ottocentesco: dal silver fork alla fin de siĂšcle; rapporti culturali tra Gran Bretagna e Italia, 1785-1870 (Luisa Villa).

Francesistica:

  • studi su Octave Mirbeau: curatela di numero monografico di Studi francesi e articolo; la nascita dello schema storiografico di Baudelaire (Ida Merello).

Germanistica:

  • confronti, influssi letterari e rapporti diretti tra autori di lingua tedesca, in particolare R. M. Rilke, e autori svedesi, danesi, norvegesi; l’opera di August Strindberg (Davide Finco).

Slavistica:

  • l’evoluzione di “toska po rodine” (nostalgia) nella cultura russa dal 1750 ad oggi, con attenzione all’ambito letterario, alla medicina, all’emigrazione; PuĆĄkin e la “world literature”: l’impatto e il significato teorico di PuĆĄkin e delle sue opere (Sara Dickinson);
  • onomastica nella letteratura russa: nessi tra “stato del sistema”, opzioni onomastiche e meccanismi associativi consci e inconsci, con particolare riferimento alla relazione tra trama finzionale e trama onomastica (Laura Salmon).

Gli studiosi che operano in quest’ambito promuovono collaborazioni con organizzazioni di alto profilo scientifico quali la costituenda rete di ricerca “International Knowledge Transfer Networks: Britain and Italy, 1785-1830” (in collaborazione con l’Università di Manchester) e la cooperazione con gli scandinavisti italiani coordinati all’interno dell’associazione ASTRI.

Alcuni studiosi attivi in questo ambito di ricerca appartengono al comitato scientifico e/o editoriale di collane e riviste del settore:

  • Ida Merello: Collana Saggi di letteratura francese e comparata (Aracne). Ruolo: direttrice;
  • Sara Dickinson: The Pushkin Review/ПушĐșĐžĐœŃĐșĐžĐč ĐČĐ”ŃŃ‚ĐœĐžĐș;
  • Davide Finco: Rivista di Lingue e Letterature dell’UniversitĂ  “La Sapienza” di Roma.

Pubblicazioni scelte:

  • Dickinson, Sara. “Thinking and Feeling in Russian Women’s Travel Writing during the Long Eighteenth Century: The Case of Varvara Bakunina”, in Emotion und Kognition. Transformationen in der europĂ€ischen Literatur des 18. Jahrhundert, Sonja Koroliov (ed.), TĂŒbingen: Niemeyer Verlag (de Gruyter), 2013, pp. 132-146;
  • Dickinson, Sara. “Aleksandra Xvostova, Nikolaj Karamzin and the Gendering of ToskaËź, in Melancholic Identities, Toska, and Reflective Nostalgia: Case Studies from Nostalgia in Russian and Russian-Jewish Culture, Sara Dickinson and Laura Salmon (eds.), Florence: Firenze University Press, 2015, pp. 31-56;
  • Dickinson, Sara. “Otechestvo, Otchizna, Rodina: Russian ‘Translations’ of Patrie in the Napoleonic Period”, in French and Russian in Imperial Russia, Derek C. Offord, Lara Ryzanova-Clarke, Vladislav RjĂ©outski, and Gesine Argent (eds.), Edinburgh: Edinburgh University Press, 2015, vol. 2, pp. 179-96;
  • Dickinson, Sara. “PuĆĄkin e il sonetto di Shakespeare”, in Quaderni di Palazzo Serra 19 (2010), pp. 26-37;
  • Kardanova Nataliya. Diplomatičeskije poslanija Petra Velikogo doĆŸam Venecianskoj respubliki: tematika, ĆŸanr, stil’, epistoliarnyj etiket, Mosca: Indrik, 2013;
  • Merello, Ida. Introduzione a Nadar, Baudelaire intimo. Il poeta vergine, Roma: Edizioni Robin, 2017;
  • Merello, Ida (a cura di). Introduzione a Charles Asselineau, Charles Baudelaire, la vita e l’opera, Genova: il Canneto, 2016;
  • Salmon, Laura. “Il Ê»potenziale associativoÊŒ dei Nomi in Anna Karenina”, in Nomina. Studi di onomastica in onore di Maria Giovanna Arcamone, Donatella Bremer, Davide De Camilli, Bruno Porcelli (a cura di), Pisa: ETS, 2013, pp. 515-529;
  • Salmon, Laura. “Dostoevskij e l’idiota: i principi del paradosso”, Postfazione a F. Dostoevskij, L’Idiota, Milano: Rizzoli, 2013, pp. 676-766;
  • Spazzarini, Serena. “Saggezza e debolezze femminili nella Schwedische GrĂ€fin von G*** di Christian F. Gellert”, in: Quaderni di Palazzo Serra 26 (2014), pp. 224-231;
  • Villa, Luisa, Alessandro Vescovi and Paul Vita, The Victorians and Italy: Literature, Travel, Politics and Art, Monza: Polimetrica, 2009;
  • Villa Luisa. “Con Lothair a Mentana: Benjamin Disraeli e la «questione romana»”, in L’officina letteraria e culturale dell’etĂ  mazziniana (1815-1870), Quinto Marini, Giuseppe Sertoli, Stefano Verdino, Livia Cavaglieri (a cura di), Novi Ligure, CittĂ  del Silenzio Edizioni, 2013, pp. 143-160.

Settori ERC: SH5_2 History of literature; SH5_3 Literary theory and comparative literature, literary styles; SH5_4 Textual philology and palaeography; SH6_10 History of ideas, intellectual history, history of sciences and techniques; SH6_11 History of collective identities and memories, history of gender.

Parole chiave CUN: Diplomazia, Genere; Informatica umanistica; Letteratura francese; Letteratura inglese; Letteratura italiana; Letteratura tedesca; Letterature comparate; Lingua e letteratura russa; Lingue e letterature nordiche; Psicoanalisi; Romanzo; Scienze cognitive; Stilistica; Studi culturali; Teoria della letteratura.

 

Di seguito si presentano le linee di ricerca e le loro principali articolazioni ma per un quadro piĂč completo si consultino anche le schede sugli Studi Urbani e la Cultura Visiva, e la pagina dei Progetti finanziati.

IdentitĂ , ideologia e potere nelle letterature e culture europee e americane:

  • l’esilio degli intellettuali spagnoli in Ispanoamerica a seguito della guerra civile; la filosofia ispanica e il discorso politico (Michele Porciello);
  • scrittura e potere; cosmopolitismo e provincialismo; ideologia coloniale nella letteratura portoghese del 900; identitĂ  e memoria nella narrativa brasiliana contemporanea: nuove matrici identitarie (europee, asiatiche, medio-orientali) (Roberto Francavilla); diversitĂ  e memoria culturale (Maria Rita Cifarelli);
  • l’ebraismo europeo contemporaneo e la natura multietnica della letteratura e cultura polacca (Laura Quercioli).

Studi primo-novecenteschi in ambito anglistico:

  • il Mediterraneo nelle opere moderniste inglesi e anglo-americane: l’antico Egitto di Ford Madox Ford e quello contemporaneo nel dibattito sul processo di Denshawai (Luisa Villa); l’Italia fascista di Aldoux Huxley (Colombino), Norman Douglas (Sergio Crapiz) ed Ezra Pound (Massimo Bacigalupo); gli etruschi di D.H. Lawrence; il Marocco di Wyndham Lewis (Michelucci).

Studi transculturali:

  • plurilinguismo e creativitĂ  letteraria nelle letterature in lingua tedesca, una linea di ricerca cui Ăš legato il portale Polyphonie (Michaela BĂŒrger-Koftis); rapporti fra autori di lingua tedesca, in particolare R. M. Rilke, e autori scandinavi (Davide Finco);
  • la letteratura per l’infanzia in Scandinavia e la sua influenza sulla letteratura italiana (Davide Finco).

Letteratura, etica e societĂ  contemporanea:

  • gli aspetti sociologici della letteratura francese contemporanea (Elisa Bricco);
  • giustizia, uguaglianza e appartenenza sociale: la letteratura del carcere in Europa e Stati Uniti anche nei suoi aspetti di genere (Laura Quercioli);
  • l’immaginario letterario del corpo; la societĂ  del rischio; l’etica ed estetica della vulnerabilitĂ  nella letteratura britannica contemporanea (Laura Colombino);
  • la letteratura russa contemporanea: l’opera poetica di Vladimir Vysockij (Mario Curletto).

Vari docenti appartengono al comitato scientifico e/o editoriale di collane e riviste del settore:

  • Massimo Bacigalupo: Semicerchio. Rivista di Poesia comparata (Univ. di Firenze); Paideuma: Modern and Contemporary Poetry and Poetics (Univ. of Maine, Orono, Maine, Usa);
  • Michaela BĂŒrger-Koftis: Polyphonie. Mehrsprachigkeit_KreativitĂ€t_Schreiben;
  • Laura Colombino: International Ford Madox Ford Studies (Rodopi/Ashgate);
  • Davide Finco: LG Argomenti. Rivista del Centro Studi di Letteratura Giovanile e per l’infanzia presso la Biblioteca per ragazzi De Amicis di Genova;
  • Roberto Francavilla: Aurora (Universidade UNESP, San Paolo); Baleia na rede (Universidade UNESP, San Paolo); Mosaico (Editora ComunitĂ , Rio de Janeiro);
  • Stefania Michelucci: Etudes Lawrenciennes; The D.H. Lawrence Review;
  • Laura Quercioli: Judaica Europeana (judaica-europeana.eu); Rassegna Mensile di Israel;
  • Luisa Villa: Nuova corrente

Pubblicazioni scelte

  • Bacigalupo, Massimo (ed.). Ezra Pound. Posthumous Cantos, Manchester: Carcanet, 2015;
  • Bacigalupo, Massimo (ed.). Wallace Stevens, Tutte le poesie, Meridiani Mondadori, Milano, 2015;
  • Bricco, Elisa. Le dĂ©fi du roman. Narration et engagement oblique Ă  l’ùre postmoderne, Bern: Peter Lang, 2015;
  • Bricco, Elisa (a cura di). Le bal des arts. Le sujet et l’image: Écrire avec l’art, Macerata: Quodlibet, 2015;
  • BĂŒrger-Koftis, Michaela, Finco Davide (a cura di). L’indicibile: Grande Guerra e letteratura. Quaderni di Palazzo Serra 28 (2015);
  • BĂŒrger-Koftis, Michaela, Schweiger Hannes, Vlasta Sandra (Hrsg.). Polyphonie – Mehrsprachigkeit und literarische KreativitĂ€t, Vienna: PrĂ€sens, 2010;
  • Cifarelli, Maria Rita. Quando la cultura fa la differenza. Patrimonio, arti e media nella societĂ  multiculturale, Roma: Meltemi, 2004;
  • Cifarelli, Maria Rita, Garnett Jane (eds). Nation(s) and cultural Heritage, Textus 2/XX (2007);
  • Colombino, Laura, “Caring, Dwelling, Being: The Phenomenology of Vulnerability in Kazuo Ishiguro’s Never Let Me GoËź, in The Paradoxical Quest of the Wounded Hero, Jean-Michel Ganteau and Susana Onega (eds), New York and London: Routledge 2017;
  • Colombino, Laura, “The Imagination of Space: Ford Madox Ford and France” in Franco-British Cultural Exchanges, 1880-1940: Channel Packets, Andrew Radford and Victoria Reid (eds), London: Palgrave, 2012, pp. 168-86;
  • Curletto Mario Alessandro, “Regret for the Time of Heroes and Existential Toska in Vladimir Vysockij”, in Melancholic Identities, Toska and Reflective Nostalgia: case Studies from Russian and Russian-Jewish Culture, Sara Dickinson, Laura Salmon. (eds), Firenze: Firenze University Press, 2015, pp. 75-105;
  • Curletto Mario Alessandro, “K voprosu o nekotoryych lubočnych associacijach v tvorčestve V.S. Vysockogo [=A proposito di alcune associazioni lubočnye nell’opera di V.S. Vysockij]”, in Vladimir Vysockij: issledovanija i materialy 2015-2016, VoroneĆŸ, EChO-Centr izučenija tvorčestva V.S. Vysockogo pri Gosudartstvennom obrazovatel’nom učreĆŸdenii vysĆĄego professional’nogo obrazovanija «VoroneĆŸskij Gosudarstvennyj Pedagogičeskij Universitet», (2016), pp. 3-18;
  • Finco, Davide, “Tra ideologia e realtĂ . Letteratura, storia e societĂ  nell’opera di Sven Wernström dagli esordi alla serie” TrĂ€larna, Milano: Qu.A.S.A.R. 2010;
  • Finco, Davide. “Strindberg e la fiaba come officina letteraria. L’uso realistico dell’elemento fantastico nella raccolta ‘Sagor’ (1903)”, in Annali dell’UniversitĂ  degli Studi di Napoli L’Orientale – Sezione Germanica, N. S. XXII, 1-2 (2012), pp. 37-69;
  • Francavilla, Roberto. “Costruire dal di dentro, procedere a spirale. Sulla narrativa portoghese contemporanea”, in Pro e contro la trama, AA.VV., Trento, Editrice degli Studi di Trento, 2013;
  • Francavilla, Roberto. “Immorale, indecoroso, pornografico. Censura e propaganda nel Portogallo di Salazar”, in Nuova corrente 55 (2015), pp. 123-142;
  • Michelucci, Stefania (ed.). H. Lawrence, Twilight in Italy and Other Essays, London: Penguin, 1997;
  • Michelucci, Stefania, The Poetry of Thom Gunn: A Critical Study, translated by Jill Franks, with a foreword by Clive Wilmer, Jefferson (NC): McFarland, 2009;
  • Porciello, Michele, “Sobre el concepto de Hispanidad en Eduardo Nicol”, in El exilio: un debate para la historia y la cultura, JosĂ© Ángel Ascunce (a cura di), Donostia: Editorial Saturraran, 2008, pp. 197-207;
  • Porciello, Michele. Sacerdote, repubblicano, esiliato: vita, filosofia e politica in JosĂ© Manuel Gallegos Rocafull, Vigo: Editorial Academia del Hispanismo, 2011;
  • Quercioli, Laura, La prigione era la mia casa. Carcere e istituzioni totali nella letteratura polacca, Roma: Aracne Editrice, 2014;
  • Quercioli, Laura, Janusz Korczak: un’utopia per il tempo presente, “Quaderni di Palazzo Serra” 24 (2014);
  • Villa, Luisa (ed.), Modernism and the Mediterranean: Literature and Politics, 1900-1937, Roma, Aracne, 2014;
  • Villa, Luisa, Verdino, Stefano (a cura di), Narrare la guerra, Nuova Corrente 151 (2013).

Settori ERC: SH­3_7 Migration; SH5_10 Cultural Studies, cultural diversity; SH5_11 Cultural heritage, cultural memory; SH5_2 History of literature; SH5_3 Literary theory and comparative literature, literary styles; SH6_9 History of ideas, intellectual history, history of sciences and techniques; SH6_10 History of ideas; SH6_11 Cultural history, history of collective identities and memories.

Parole chiave CUN: Biopolitica; Etica; Estetica; Letteratura e cultura polacca; Letteratura francese; Letteratura inglese; Letteratura Ispano-Americana; Letteratura per l’infanzia; Letteratura tedesca; Letterature comparate; Lingue e letterature nordiche; Migrazioni; Multiculturlismo; Plurilinguismo; Storia del teatro; Studi culturali; Studi di genere; Studi ebraici; Tematologia.