DE FELICE Irene

Assegnista di Ricerca
Scienze del linguaggio
Sede: Piazza Santa Sabina 2, 5 piano, studio III.12
Email: irene.defelice[at]edu.unige.it


Attività di Ricerca

La mia attività di ricerca si articola lungo tre linee fondamentali.

Nell’ambito della¬†linguistica storica, i miei interessi riguardano specialmente lo studio della sintassi in prospettiva tipologica e diacronica. Mi sono inoltre avvicinata alla¬†sociolinguistica storica¬†prendendo parte al progetto PRIN¬†Rappresentazioni linguistiche dell’identit√†. Modelli sociolinguistici e linguistica storica, collaborando con l’Universit√† di Pisa alla creazione e pubblicazione di¬†CLaSSES, un corpus di testi latini non letterari liberamente accessibile online e specificamente sviluppato per lo studio della variazione sociolinguistica in latino.

Nel campo della¬†linguistica cognitiva, la mia attivit√† di ricerca si concentra intorno alla stretta connessione tra azione, percezione, cognizione e linguaggio. La mia tesi di dottorato,¬†Language and affordances, esplora la rilevanza della nozione di¬†affordance per lo studio della semantica dei verbi d’azione e, pi√Ļ in generale, delle strutture concettuali associate al lessico. La tesi √® anche frutto della stretta collaborazione che ho intrattenuto con l’Istituto di Linguistica Computazionale (ILC) del CNR di Pisa, partecipando ai progetti Imagact e Modelact, incentrati sulla rappresentazione delle caratteristiche sintattiche e semantiche dei verbi azionali.
Particolare rilevanza riveste inoltre, all’interno di questa linea di ricerca, la teoria dell’embodiment. Nel mio attuale incarico come assegnista di ricerca collaboro al progetto LEXELAT¬†(The Embodied Lexicon of Experience in Latin) per l’individuazione, annotazione e classificazione delle metafore embodied attestate nei testi latini per l’espressione di sensazioni ed emozioni. L’analisi, condotta adottando un approccio corpus based, si colloca nel panorama della linguistica cognitiva applicata alle lingue classiche.

Nell’ambito della¬†linguistica dei corpora, ho avuto modo di creare dei corpora specificamente annotati per l’analisi dei patterns prosodici attestati nella lingua latina presso il Laboratorio di Fonetica e Fonologia dell’Universit√† di Pisa. Inoltre, all’interno del progetto¬†Voci della Grande Guerra, ho contribuito alla costruzione di un corpus di testi italiani risalenti al periodo della Prima Guerra Mondiale e all’annotazione di varianti sociolinguisticamente marcate (in collaborazione con il Laboratorio di Linguistica Computazionale dell’Universit√† di Pisa e con l’Istituto di Linguistica Computazionale del CNR di Pisa).