DI VINCENZO Dilia

Iberistica
Professore a contratto
Sede: Lezioni presso la sede di Magazzini dell'Abbondanza
Email: Dilia.DiVincenzo[at]unige.it Altro indirizzo e-mail: d.divi[at]vodafone.it


Bacheca

Qualora lo studente avesse bisogno di informazioni, chiarimenti o volesse fissare un appuntamento con la docente, può scrivere all’indirizzo e-mail: d.divi@vodafone.it

Tutti gli avvisi verranno comunicati presso il Forum dell’Aulaweb e tutto il materiale riguardante gli argomenti delle lezioni verranno caricati nella medesima piattaforma.


Attività Didattica

Informazioni sull’insegnamento:

Aspetti teorici della Mediazione Linguistica; tipologie di Interpretariato; teoria della comunicazione; le funzioni del linguaggio. Esercitazione dell’interpretazione di trattativa, mediante esercizi di clozing, riformulazione, sintesi, improvvisazioni, traduzione a vista, memorizzazione e concettualizzazione.

Partendo da un ventaglio di temi riguardanti: l’amianto e le malattie provocate dall’esposizione alle fibre di amianto; la violenza domestica; il bullismo; l’omofobia; l’adozione di bambini da parte di coppie omosessuali; l’utero in affitto; la maternitĂ  surrogata; il “Fertility Day”; il rapporto tra genitori e figli; il mondo del lavoro (il mobbing, la conflittualitĂ  nel lavoro, la violenza sul lavoro, ecc.); il futuro lavorativo dei giovani; il corpo delle donne; la chirurgia estetica; l’alimentazione; i fast-food; l’obesitĂ , l’anoressia, la bulimia; le malattie legate al consumo di cibi-spazzatura; l’alimentazione sana; slow-food; le regole per essere centenari; i giovani e le dipendenze dall’alcol e dalle droghe; l’immigrazione; l’iniziativa “Aperto per Cultura”, promossa dal Sindaco di Alessandria Maria Rita Rossa, in collaborazione con l’Ascom, e altre tematiche presenti nei film-documentari scelti per le esercitazioni, si creeranno situazioni comunicative realistiche e si organizzeranno tavole rotonde, dibattiti, interviste, conferenze stampa, simulazione di processi in un tribunale; giochi di ruolo, consultori familiari, medici, ecc. al fine di dare spazio e opportunitĂ  a tutti gli studenti di esprimere e giustificare le proprie opinioni, di condividere o di controbattere affermazioni e punti di vista degli interlocutori.

Obiettivi dell’insegnamento:

-Ascoltare attentamente, memorizzando le informazioni che si ricevono per poi riformularle, sintetizzarle o parafrasarle, passando continuamente dall’italiano allo spagnolo e viceversa, sviluppando la reversibilitĂ  ed attivando meccanismi cognitivi e strategie;
-utilizzare le strategie di anticipazione e di inferenze;
-imparare a trasmettere il senso delle frasi, a concettualizzare, a riconoscere le parole chiave;
-essere in grado di utilizzare i dovuti connettori discorsivi al fine di fare un discorso lineare, chiaro e coerente;
-controllare la tensione nervosa, l’emotivitĂ , la paura, l’ansia;
-esporre oralmente in modo chiaro, fluido, grammaticalmente corretto, con un buon ritmo ed una buona intonazione, cercando di controllare incertezze, titubanze, ripetizioni superflue, pause eccessive, frasi in sospeso, ecc.
-sviluppare l’imparzialitĂ  ed il dovuto atteggiamento neutro, assumendo le funzioni di un vero e proprio coordinatore e moderatore dello scambio comunicativo;
-sviluppare l’uso dei termini lessicali e di idiotismi adeguati ai contesti di situazione.
Gli studenti devono abituarsi ad ascoltare attentamente, riconoscendo stili e registri linguistici, captando e percependo diversi tipi di pronuncia, di accento, il timbro della voce, ritmi, intonazioni, cogliendo le sfumature delle interazioni, dei discorsi, studiandone le funzioni pragmatiche ed analizzando, nel caso delle registrazioni televisive o di sequenze di film, gli aspetti non verbali di diverse situazioni comunicative, quali: la gestualità, le pause, i turni di parola (pragmatica e sociolinguistica del discorso, cinesica e prossemica, ecc.). Nelle simulazioni e nei giochi di ruolo, gli studenti potranno interpretare il ruolo di relatori, mediatori, psicologi, medici, personaggi televisivi famosi, insegnanti, ecc., organizzando la situazione comunicativa, con la guida e l’orientamento del docente.

La docente affronterĂ  anche l’aspetto teorico e pratico della tecnica audiovisiva del doppiaggio e tutte le fasi previste per l’adattamento di dialoghi filmici. Verranno proposte delle sequenze di film di registi spagnoli e film di produzione italiana e gli alunni avranno modo di avventurarsi nel doppiaggio in lingua italiana e in lingua spagnola, apprezzando le tecniche e strategie della traduzione audiovisiva e prendendo coscienza dell’importanza del contesto, degli elementi culturali, sociali, dei fattori sociolinguistici, del linguaggio paraverbale, e, soprattutto, della sincronia labiale, della sincronia cinesica e dell’isocronia.

Si realizzeranno anche delle interviste dal vivo con un Responsabile dell’Associazione Familiari e Vittime dell’Amianto, un’attrice, una psicoterapeuta. Inoltre, verrĂ  intervistata ad Alessandria il Sindaco Maria Rita Rossa. Gli studenti potranno cimentarsi nel ruolo di interpreti e potranno sperimentare dal vivo le tecniche dell’interpretazione di trattativa e dell’interpretazione consecutiva con presa di appunti.

Per quanto riguarda la modalità di valutazione, si correggeranno le esercitazioni svolte durante il corso, quali: riassunti, recensioni, articoli, annunci pubblicitari, traduzioni, adattamenti per il doppiaggio, ecc., ma si tratterà di una valutazione in itinere che non inciderà nel voto della prova orale finale.
Ci sarĂ  una prova orale e per la valutazione dell’esame si seguiranno i criteri indicati durante le lezioni (gli alunni potranno vedere la scheda di valutazione utilizzata sia durante le lezioni che durante l’esame orale).

Gli studenti potranno iscriversi agli appelli previsti nella pagina personale.